Quarta giornata. Vittoria della Juniores Regionale

Quarta giornata. Volge al termine la quarta di campionato, portando con sè un bottino pieno su tutti i fronti: tutte le formazioni giallorosse portano a casa, infatti, una vittoria, nei rispettivi campionati. Giornata da incorniciare, dunque. Con menzione speciale per la formazione della Juniores, che regala il risultato più significativo, travolgendo il Cappella Maggiore con sette reti. Per le formazioni dei più giovani, gli Allievi hanno vinto contro Dynamo e Castion; i Giovanissimi Provinciali hanno battuto, seppur di misura, per una rete a zero, i coetanei del Piave, mentre i Giovanissimi Regionali hanno avuto ragione del Lovispresiano per due reti a uno. Di seguito, ampio spazio alla cronaca dell’incontro della formazione Juniores, andato in scena nel pomeriggio di sabato a Camp de Nogher.

Juniores Regionale: Cappella Maggiore – Cavarzano 2-7

Con una vittoria netta, i giovani giallorossi di mister Sandro Tormen portano via un altro risultato positivo, dopo il primo punto conquistato nella gara di sabato scorso. La partita di oggi si è giocata a campo invertito, con il Cappella Maggiore che è salito a Camp de Nogher. Forse giocare tra le mura amiche porta bene al Cavarzano? Difficile da dire; quello che è invece certo è che i giovani giallorossi stanno dimostrando di aver ingranato bene la marcia, dopo un avvio di campionato che li aveva visti per due volte sconfitti. Dopo il buon pareggio di sabato scorso, con la vittoria netta di oggi la formazione di miser Tormen si porta a casa, insieme ai tre punti, anche un’importante iniezione di fiducia. Di seguito il racconto della gara e le formazioni.

Cappella Maggiore: Menegon, Lucero, Fardin, Dal Medico, Zandegiacomi, De Martin, Battistuz, Cejas, Santantonio, Adami, Guantaoui. A disposizione: Feletto, Saraci, Fant, Zandona, Zanette, Pesce, Riboni, Pizzol, Savane. Allenatore: Fattorel Sergio.

Cavarzano: Poloni, De Gol, Zoldan, Uliu, Mario, De Pellegrin, Eissa, Salvador, Faustini, Nora, Comiotto. A disposizione: Brancaleone, Moretti, Bortot, Moggiol, Panatta, Perissinotto, Pilotti, Lezzi, Massenz. Allenatore: Tormen Sandro.

Il risultato, così netto, lascia poco margine di interpretazione alla gara. Il Cavarzano esce vincitore dalla sua quarta partita, sbloccando il match nel secondo tempo e dilagando rapidamente, con quttro reti nel giro di un quarto d’ora o poco più. Il primo tempo si era chiuso in parità, con una rete a testa tra i contendenti. Ma già nella prima frazione il Cavarzano ha lasciato maggiormente il segno, riempiendo il taccuino del cronista con un buon numero di azioni pericolose. Il secondo tempo? Pirotecnico. L’impronta del match è chiara fin da subito: i giallorossi partono fin dai primi minuti con il piede ben premuto sull’acceleratore. Tre giri di orologio appena dal fischio di inizio e Comiotto è il primo a rendersi protagonista con un cross di precisione, che pesca Nora in l’area, la cui conclusione di testa finisce però poco sopra la traversa. Ci riprova ancora il Cavarzano, un paio di minuti più tardi, con Faustini, che riesce a farsi spazio e a infilarsi in area, prima di far partire un tiro potente che però si spegne sul fondo, volando sopra la traversa. E’ il preludio al gol, che non tarda ad arrivare: al nono minuto i giallorossi si portano in vantaggio grazie a un’azione corale che riesce a procurare un invitante rasoterra che taglia tutta l’area di rigore e sul quale è bravo Nora a farsi trovare pronto, correggendo in rete la traiettoria del pallone. Il Cappella Maggiore non si fa attendere nella sua reazione: al tredicesimo, Santantonio chiama in causa Poloni, con un tiro potente,  respinto a terra dall’estremo di casa. Qualche minuto più tardi è il Cavarzano a farsi pericoloso, ancora una volta con Nora che dal limite non trova per poco lo specchio della porta. Il Cappella Maggiore tiene alta la tensione e al 23′ trova il pareggio, con Adami, bravo a trasformare di testa. Dieci minuti più tardi, è ancora il Cappella Maggiore a regalare un brivido: Santantonio si fa largo per prepararsi alla conclusione, sulla quale Poloni si deve distendere con un tuffo a deviare in angolo. Il Cavarzano reagisce all’assalto e sfiora il raddoppio proprio sul finale, con Eissa che ribatte sicuro un suggerimento di un compagno, ma vede la palla stamparsi contro il palo. La prima frazione va in archivio in parità, sul risultato di 1 a 1. Ma la ripresa presenta tutt’altro copione. Il Cavarzano rientra in campo dagli spogliatoi ben agguerrito e mette in serie un gol dietro l’altro, stendendo definitivamente gli avversari nel giro di poco più di un quarto d’ora. Al nono minuto la prima rete, con Comiotto che si porta dagli undici metri e trasforma con sicurezza un penalty. Due giri di orologio e il Cavarzano segna la terza rete: Panatta riceve da fuori area, si libera di due avversari con un dribbling e si porta davanti a Menegon, freddandolo in uscita. Palla al centro e subito arriva la quarta rete, con Comiotto che prende iniziativa e lascia partire un tiro dal limite dell’area che si insacca. Al sedicesimo, la quinta marcatura dei giallorossi: Faustini raccoglie la sfera e si esibisce in una serie di finte che lo smarcano da un paio di avversari, ritagliandosi lo spazio per far partire un secco diagonale che fredda l’estremo avversario. Prova a reagire il Cappella Maggiore, ancora con Adami, già autore della prima rete dei suoi, che trasforma un calcio di rigore, spiazzando Poloni. Non c’è però tempo per esultare, perchè i giallorossi ripresentano subito il conto: lancio lungo su Nora che controlla bene, lascia sul posto l’ultimo uomo e infila la palla in rete a sinistra di Menegon, per il sei a due. La partita si va avviando alle fasi finali, ma c’è ancora il tempo per dare gloria anche a Pilotti, che con un bel tiro dal limite sigla il definitivo 7 a 2 dei giallorossi. (stra)