Quinta giornata: risultati e cronache

Quinta giornata. Si è conclusa la quinta di campionato. Di seguito una breve sintesi delle partite, con i risultati e le cronache che arrivano dai campi. Sabato di successi per i giallorossoblu: la Juniores Regionale ha giocato in casa -per il terzo sabato consecutivo- a Camp de Nogher, vincendo contro il Vazzola. Vittoria anche per l’Under 17 Provinciale, che ha battuto per dieci reti a zero la formazione B del Castion. Partita a senso unico, come recita il risultato: l’undici giallorosso si è imposto con le segnature di Merlin, Lovat, Dal Pozzolo, Sebben, con la doppietta di Gjosh e il poker di De Cian. Nella mattinata di domenica, la formazione dell’Under 17 targata Ponte nelle Alpi ha invece perso in casa contro il Ponzano, per cinque a tre.  Di seguito spazio alla sintesi delle partite.

Juniores Regionale. Cavarzano – Vazzola 3-1

Terzo risultato utile consecutivo per l’undici di mister Tormen; soprattutto, terzo risultato consecutivo raccolto tra le mura amiche di Camp de Nogher. Quasi a confermare, se non proprio ancora in modo matematico, che il prato di casa mette a proprio agio l’undici giallorossoblu. Vittoria importante, quella conquistata contro il Vazzola, per risalire decisi verso la parte più alta della graduatoria.

Cavarzano: Zanon, De Gol, Zoldan, Uliu, Bortot, De Pellegrin, Panatta, Salvador, Faustini, Nora, Comiotto. A disposizione: Brancaleone, Moretti, Mario, Moggiol, Sommariva, Perissinotto, Dell’Osbel, Lezzi, Pilotti. Allenatore: Sandro Tormen.

Vazzola: Starnoni, Bottan, Xhaji E., Lorenzon, Pavanello, Favero, Da Lozzo, Cescon, Ceschin, Ostan, Traversi. A disposizione: Xhaji G., Brancher, Peruzzetto, Meneghello, Viezzer. Allenatore: Varaschin Mauro.

Vittoria per tre a uno per l’undici giallorossoblu, conquistato al termine di una buona gara nella quale le due formazioni si sono contese con entusiasmo e propositività la posta in palio. Alla lunga ha prevalso la formazione di casa, ma il Vazzola non si è risparmiato nel gioco durante i novanta minuti. La gara offre fin dalle sue prime battute alcune emozioni. Al settimo minuto Comiotto pennella un cross preciso in area a trovare Faustini, che svetta bene di testa ma non trova la porta, facendo volare il pallone di poco alto sulla traversa. Qualche minuto più tardi è ancora il Cavarzano a rendersi pericoloso con Panatta che, su calcio piazzato, chiama Starnoni ad allungarsi per deviare in angolo. Nonostante il buon avvio, l’entusiasmo dei locali è presto gelato dal Vazzola, che trova la rete al decimo con Ceschin, bravo ad approfittare di uno svarione difensivo e a freddare Zanon. Dalla rete passa una decina di minuti prima che il Cavarzano si ripresenti dalle parti di Starnoni; al 22′ Comiotto si infila in area in gran velocità, ma il suo tiro è mal calibrato e vola alto sopra la traversa. L’incursione del giovane giallorossoblu anima e dà coraggio ai suoi: il quarto d’ora che segue è infatti appannaggio dei padroni di casa, che spingono parecchio e creano buone occasioni, anche se nessuna di queste è finalizzata a dovere. Il Vazzola reagisce al 37′ con Ostan che da calcio di punzione chiama Zanon a deviare a lato. Un minuto più tardi, sul fronte opposto, Panatta prova a impensierire Starnoni su un calcio di punizione da posizione ravvicinata, trovando però l’estremo avversario pronto alla respinta. Il primo tempo si avvia alla conclusione ma c’è ancora spazio per un paio di occasioni nitide, una per parte: prima il Vazzola, con Ceschin che al 40′ si porta solo davanti a Zanon ma nella conclusione calcia alto sopra la traversa; poi il Cavarzano, che risponde con Bortot, bravo a svettare in area su calcio d’angolo ma sfortunato nella conclusione, che si stampa sulla traversa.  La ripresa si apre con una decisa reazione del Cavarzano. Cinque minuti appena e una doppia occasione fa tremare il Vazzola: dagli sviluppi di una mischia pericolosa in area, Panatta si trova la sfera sui piedi ma vede deviata la sua conclusione; sulla respinta è bravo Nora a riprendere il possesso della palla, ma ancora una volta la conclusione da pochi passi trova una deviazione provvidenziale. Il gol è comunque nell’aria e, infatti, il pareggio non tarda ad arrivare. Al decimo è lo stesso Nora a risolvere: colpo di testa in area e palla che si insacca sotto la traversa. Al pareggio segue un buon Cavarzano, ma è il Vazzola a rendersi pericoloso di nuovo, attorno al 27′, con Brancher che si invola deciso verso la porta, trovando però un attento Zanon a dirgli di no. La partita si avvia alle sue fasi finali, trovando la svolta al minuto trentacinque con il doppio vantaggio del Cavarzano firmato Nora, che trasforma un calcio di rigore. A blindare il risultato ci pensa poi Pilotti che, al 41′, trova un bel colpo di testa a trafiggere Starnoni, per il tre a uno finale.

Under Regionale. Ponte nelle Alpi – Ponzano 3 – 5.

Parte forte l’undici di mister Da Riz, tenendo bene il campo e passando in vantaggio al decimo minuto: la rete firmata da Talo prende avvio su calcio d’angolo, con il giovane granata bravo ad approfittare di un pallone che gli capita tra i piedi. Il vantaggio dura tuttavia poco, perchè al 20′ Castaldi e al 25′ Zanella sfruttano a dovere due svarioni difensivi per siglare il doppio vantaggio. La prima frazione vede anche la nascita della terza rete ospite, al minuto 40, con l’azione di Signorotto che finalizza un calcio d’angolo. La ripresa offre la ripartenza del Ponte, che con slancio prova a ribaltare le sorti del match. Una bella azione corale mette Bolzan nelle condizioni ideali per offrire al compagno Piol un pallone d’oro, che viene spedito in rete con un bel tiro, attorno al minuto 50. Qualche giro di orologio e Marchiori replica su calcio di punizione, regalando il momentaneo pareggio ai suoi. La gara procede su buoni ritmi, ma nella parte finale dell’incontro il Ponte rovina tutto offrendo il fianco a due infilate micidiali. Al minuto 87 un contropiede porta il Ponzano davanti alla porta e uno sfortunato autogol di Scarton regala il vantaggio agli ospiti. All’ultimo minuto, il secondo di recupero, il Ponzano allunga ancora con Castaldi per il definitivo 5 a 3. (stra)