Il derby è dell’Unione!

Con un netto tre a zero, l’Unione Cavarzano Limana si aggiudica l’atteso derby contro la capolista Fiori Barp. La rete di Fiabane alla mezz’ora del primo tempo sblocca la partita; la punizione di Luca Malacarne, deviata sotto l’incrocio dei pali al diciottesimo della ripresa, consolida il vantaggio; il pallonetto di Jacopo Paier a tre dalla fine, ipoteca un match intenso e avvincente. Nello scenario di una bella cornice di pubblico, il derby tra le prime della classe si tinge così di giallorossoblu. E l’Unione riprende il passo: tornando a vincere, dopo tre pareggi consecutivi; tornando di nuovo in testa al girone, dopo il momentaneo sorpasso degli arancioblu della settimana scorsa.

Scorrendo le pagine qui sotto potete trovare i post con il racconto e la cronaca dell match e tutte le interviste ai protagonisti. Sulla pagina facebook della squadra, invece, la pubblicazione delle foto e dei video che raccontano l’incontro. Buona lettura! (stra)

La cronaca del derby

Limana. Il derby tra le prime della classe si colora di giallorossoblu. L’anticipo della tanto attesa sfida tra le due formazioni bellunesi vede imporsi con un netto tre a zero l’Unione Limana Cavarzano. Gara avvincente, in un pomeriggio da incorniciare. Una partita maiuscola, quella dei padroni di casa. Una vittoria cercata con grande volontà. Costruita passo passo durante i novanta minuti. Conquistata con merito.

Formazioni.

Unione Limana Cavarzano: De Carli, Fontana (Loat, 45′ st), Malacarne L., Brustolon, Marcon, De Marchi (Dal Paos, 42 st), Boso, Maset (Paier J., 33 st), Fiabane (Solagna, 35 st), De Toffol (Del Din, 35′ pt). A disposizione: Zanon, Moggiol, Mario, De Giacometti. Allenatore: Massimiliano Parteli.

Fiori Barp Mas: Brino, Vallata, Bez (Marsango, 40’st), Soppelsa, Fontanive (De Bon, 21’st), Pellicanò, Caser, Zoldan (Tonus, 16’st), Ibrahim, Costa, Pilotti. A disposizione: Barattin, Canova, Boschet, Pellegrinet, Da Silva. Allenatore: De Battista Alessandro.

Arbitro dell’incontro il sig. Scicolone della sezione di Sandonà, con gli assistenti Mel e Gonella.

L’anticipo della nona giornata regala all’Unione Limana Cavarzano la vittoria sui cugini del Fiori Barp. Al termine di novanta minuti intensi e appassionanti, la formazione di mister Parteli ritrova tutto quanto era mancato nelle ultime domeniche: il gol, i tre punti, la testa della classifica. E rafforza inoltre la statistica, con un altro dato che, nell’entusiasmo della giornata di oggi, potrebbe passare in secondo piano: l’imbattibilità, che dura da nove partite, ovvero dall’inizio del campionato. Una gara dinamica e piacevole dall’inizio alla fine; forse la migliore offerta dai giallorossoblu. Ma, si sa, il derby è sempre un derby e le motivazioni spingono tutti a dare il massimo. Cosa che, in effetti, è accaduta anche oggi, in una sfida tra due squadre che hanno offerto un bello spettacolo. Stupenda, poi, anche la cornice di pubblico: il comunale di Limana è stato preso quasi d’assedio da numerosi spettatori accorsi per gustarsi un vero derby di alta classifica. Occasione unica: quasi una rarità, nel calcio bellunese. Una corona di spettatori che ha cinto – seppur nel rispetto del distanziamento, come imposto dalla situazione sanitaria ancora incerta – tutto il perimetro di gioco. Una specie di abbraccio attorno a due squadre che hanno regalato, in questo avvio di campionato, delle prestazioni davvero sorprendenti. Continua a leggere

Le interviste del post-derby

Limana. Dopo il racconto della gara, affidato al ricordo degli eventi salienti e delle giocate più importanti, dopo aver riavvolto il tempo e ridisegnato il filo cronologico lungo il quale riordinare i fatti, il vero racconto di una partita, specialmente di un derby appassionante e sentito come quello giocato tra Unione e FioriBarp, lo si ha solo raccogliendo il punto di vista di chi la partita l’ha vissuta in prima persona, calpestando l’erba del terreno di gioco. La vera sintesi di una partita come questa non può non essre che la sintesi degli stati d’animo, delle emozioni, delle opinioni che gli attori possono regalare. Nelle righe che seguono, quindi, la parola passa ai protagonisti. In un racconto incalzato da qualche domanda dei cronisti presenti a fine gara; una rilettura del match ma, più in generale, del percorso fin qui davvero notevole di entrambe le formazioni. Due compagini di spessore che stanno dando lustro a tutto il calcio bellunese. Continua a leggere