Il nostro duemilaventuno. Capitolo due. “Fischio d’inizio. Fischio finale”.

Squadre già pronte a bordo campo. Terna arbitrale già schierata. Al centro, il direttore di gara, il signor Perale della sezione di Belluno. A sinistra, il primo assistente, il signor Zancanaro della sezione di Arten; a destra, il signor Pianon, della sezione di Tambre. Bandierine fai-da-te: pronte. VAR room: pronta. Ci siamo: fischio d’inizio… Può iniziare il campionato!

“Fischio d’inizio”. Caro diario, il girone d’andata è stato decisamente lungo e faticoso… Ma avvincente! Tredici partite. Dodici risultati utili consecutivi. Peccato per l’ultima giornata, perchè l’anno si poteva chiudere in bellezza. Trenta punti, comunque, non sono niente male… Ho raccolto* un po’ di articoli: alcuni miei, altri pubblicati sui giornali. Li incollo qui, per raccontarti la storia di questi primi tredici incontri…

19 settembre. La prima gara del campionato è la trasferta a Noventa. Un autogol, nato alla mezzora del primo tempo da un’azione di Fiabane, sembra aprire la strada ai giallorossoblu. Recuperati, a dieci minuti dalla fine. Salvati, all’ultimo minuto, dalla freddezza di De Giacometti che dagli undici metri regala il primo successo all’Unione.

26 settembre. La seconda partita si gioca a Limana. E’ il debutto davanti al pubblico amico. Avversario il Conegliano, già affrontato qualche settimana prima in Coppa Veneto. Finisce uno a zero, con una rete di Fiabane a meno di un minuto dal rientro dagli spogliatoi.

3 ottobre. Terzo match: si va a Ponzano. Non c’è due senza tre… si usa dire così. Ancora una volta una vittoria di misura, per una rete a zero. Scarto ridotto, guardando alle reti segnate, ma partita mai in discussione dal punto di vista delle occasioni create e del gioco espresso: l’Unione ha condotto e portato a casa quanto le spettava. Tutto si è risolto in un paio di minuti, proprio all’inizio della ripresa: ci ha pensato Mastellotto a mettere ko gli avversari.

10 ottobre. Al quarto appuntamento, a Limana arriva il Vazzola. Finisce due a uno per l’Unione. Una partita sempre tenuta in mano: ben interpretata dal punto di vista del gioco nel primo tempo; controllata e gestita nel secondo. Solo un gol concesso a un quarto d’ora dalla fine ha messo un po’ di apprensione sul finale. Ma è finita con tre punti meritati.

Quinta partita: tocca al Caerano. Finisce uno a zero. Ancora in trasferta anche la sesta giornata, con la sfida alla Julia Sagittaria. Una formazione decisamente quotata, contro la quale non si va oltre lo zero a zero. E’ il primo pari in campionato. Altro pareggio, questa volta per uno a uno, alla settima giornata, contro il Santa Lucia. E terzo pareggio, nuovamente, anche alla domenica successiva, nella trasferta contro l’Union QdP.

Sabato 20 novembre. Ci siamo. E’ il big match: il derby contro il Fiori Barp. Con un netto tre a zero, l’Unione Cavarzano Limana si è aggiudicata l’incontro. La rete di Fiabane alla mezz’ora del primo tempo ha sbloccato la partita; la punizione di Luca Malacarne, deviata sotto l’incrocio dei pali al diciottesimo della ripresa, ha consolidato il vantaggio; il pallonetto di Jacopo Paier a tre dalla fine, ha messo l’ipoteca su un match intenso e avvincente. Il tutto, nello scenario di una bella cornice di pubblico: l’Unione ha ripreso il passo, tornando a vincere, dopo tre pareggi consecutivi; tornando di nuovo in testa al girone, dopo il momentaneo sorpasso degli stessi arancioblu della settimana precedente.

28 novembre. Alla decima giornata, la trasferta a Villorba è archiviata con la vittoria per due a zero, al termine di una gara mai in discussione: è bastata infatti mezz’ora per mettere a segno le reti e dedicarsi poi a controllare il resto dell’incontro. 

5 dicembre. Roboante, invece, la vittoria conquistata sul sintetico di Sedico – prontamente liberato dalla neve caduta nella notte – contro gli orange del Fossalta Piave. Una doppia doppietta… Non è un gioco di parole: prima Del Din e poi Fiabane si sono regalati due gol ciascuno, trascinando l’Unione in solitaria. Il pareggio delle inseguitrici, infatti, ha allungato il divario e il Fiori Barp, secondo, è dietro di cinque lunghezze.

12 dicembre. La dodicesima giornata è quella della trasferta in casa dell’ultima del girone: il Lovispresiano. Nessuna opposizione: l’Unione mette a segno otto reti.

19 dicembre. Siamo giunti al termine del girone d’andata. Dopo dodici risultati utili consecutivi, di cui nove vittorie e tre pareggi, si interrompe la striscia positiva. Il Fontanelle è riuscito nell’impresa di fermare l’unidici di mister Parteli. Lo ha fatto approfittando di un’unica sbavatura: un’occasione concessa che i giallorossoblu hanno pagato cara.

Fischio finale. Si è concluso il girone d’andata. Il ritorno deve aspettare ancora un po’: ci sono le vacanze di Natale e poi, una sosta ulteriore, fino alla fine del mese di gennaio del nuovo anno. Nel frattempo, però, continuano gli allenamenti. Bisogna tenersi pronti per la ripresa. Il racconto, quindi, non si ferma. Continua…

* Un ringraziamento, più che doveroso, al lavoro di Bruno De Paris. Questo articolo è costruito con tutti i suoi “ritagli di giornale”, che ogni domenica colleziona con pazienza per riscrivere la cronostoria delle partite dell’Unione. Grazie, Bruno!